EnTourAge

AltoLab presenta: EnTourAge Sabato 19 aprile 2014, ore 21:00 via banchina molini 14, Marghera-Ve _DORCELSIUS (FR/DE)

EnTourAge

AltoLab presenta: EnTourAge Sabato 19 aprile 2014, ore 21:00 via banchina molini 14, Marghera-Ve _DORCELSIUS (FR/DE)


La mostra “Monologhi”, presso il Gama Studio dell’Aquila, vede Eliano Serafini da solo. Decide di non parlare con nessuno, ma non perché ha manie di protagonismo,  semplicemente  vuole solo ascoltare cosa hanno da dire gli altri.

Il lavoro si compone di due istallazioni. La prima riproduce in maniera dettagliata un’anonima stanza , all’interno della quale è avvenuto un suicidio; una banana rimane inerme e immobile appesa a una corda. Il contrasto è forte, paradossale, la domanda del perché c’è una banana impiccata nella stanza nasce spontanea. La risposta ? “Non c’è, e non voglio dare una spiegazione, mi piace invece ascoltare cosa vedono le persone che sono venute, le loro sensazioni sono tutte diverse” . La sua opera è di impatto e ben fatta, ma Serafino non vuole prendersi troppo sul serio, vuole rimanere leggero e giocare con l’ironia. Tocca argomenti angoscianti, ma lo fa con leggerezza “voglio vivere la realtà senza troppi problemi esistenziali”. Non ama quando  l’arte si accartoccia su se stessa, o quando ti intrappola in visioni rigide e pesanti. La seconda istallazione  non ha un titolo e neanche troppe pretese, rappresenta un’ introduzione ai suoi lavori, alla sua idea.  Sono riprodotti in polistirene le miniature degli elementi che quotidianamente popolano la mente dell’artista, in una silenziosa processione sopra una pallida tavoletta di legno sbucata dal muro, in direzione del vuoto.

Ci lasciamo così, smetto di cercare messaggi e risposte nella sua opera, la gente intorno a me ride e scherza, c’è leggerezza nell’aria.

Sara Che Farina
sara-cf@hotmail.it

Eliano serafino e la sua ironia non “banane” La mostra “Monologhi”, presso il Gama Studio dell’Aquila, vede Eliano Serafini da solo. Decide di non parlare con nessuno, ma non perché ha manie di protagonismo,  semplicemente  vuole solo ascoltare cosa hanno da dire gli altri.

Julien Guerrera,Un Viaggio Senza Fine

Julien Guerrera,Un Viaggio Senza Fine

Venerdi 28 e Sabato 29 Marzo 2014 Julien e il Nepal: un viaggio spirituale in 33 scatti. Per iniziativa privata intesa a omaggiare un caro amico, la Galleria d’Arte “Violabox” è sede della mostra fotografica “Un viaggio senza fine”, la prima dedicata a Julien Guerrera e ai suoi scatti, testimonianza di un lungo viaggio tra India e Nepal avvenuto nell’ottobre 2013.

SaduAttraverso le 33 foto, Julien…

View On WordPress


Post-surrealismo comico, nonsense e barzellette

Post-surrealismo comico, nonsense e barzellette

10157374_494239650688102_1414076860_n Mercoledì 9 Aprile 2014
MONOLOGHI#1
Eliano Serafini

Post-surrealismo comico, nonsense e barzellette. Monologhi#1 è una mostra che si chiama così perchè nessuno voleva collaborare con Eliano e lui che si crede un “fregno” ha voluto fare una personale. perciò siamo stati costretti a trasformare la terza edizione di “dialoghi” nella prima di “monologhi”. Venite mercoledì sera ad insultare l’artista…

View On WordPress


STUCK IN A LAMP

STUCK IN A LAMP

Alessandro Fiorentini, paralume Lampcut  | Andrea Fuggini, Cuneo Solare, serie Simple Problems

Alessandro Fiorentini, paralume Lampcut | Andrea Fuggini, Cuneo Solare, serie Simple Problems

Da martedì 8 a venerdì 11 aprile 2014 lo spazio co-working Freguglia4 si apre per la prima volta al pubblico con la mostra STUCK IN A LAMP, che presenta in anteprima per il Fuorisalone la collezione di paralumi LAMPCUT – Taglia e Luci - ideata dall’architetto Alessandro Fiorentini, e Simple Problems, una…

View On WordPress


Aperte le iscrizioni al 22° corso in pratiche curatoriali - con un’offerta formativa più ampia di due settimane.

Aperte le iscrizioni al 22° corso in pratiche curatoriali – con un’offerta formativa più ampia di due settimane.

corso curatoriIl Corso in Pratiche Curatoriali e Arti Contemporanee è finalizzato alla formazione specifica della figura professionale del Curatore, la cui rilevanza nell’ambito del sistema artistico-culturale ed espositivo è sempre più determinante. Il corso si propone di formare operatori nel settore dell’arte contemporanea con una specifica preparazione nel campo della curatela di mostre, eventi artistici e…

View On WordPress


A proposito delle Accademie

A proposito delle Accademie

di Francesco Correggia

corr-123

Considerazioni generali.

Che strano paese è mai questo dove tutto sembra come prima, dove non si riesce più a reagire, a prendere coscienza?

Il silenzio sembra essersi impossessato di tutti. Mi riferisco non tanto al silenzio discreto, tenero e educato che in qualche modo apre al linguaggio, al sentire, alla sorpresa della parola, ma a quel silenzio che si è costretti a…

View On WordPress


FISARMONICA, UNA PROPOSTA VINCENTE

FISARMONICA, UNA PROPOSTA VINCENTE

Layout 1

Roma, 4 maggio 2014 – I grandi classici di Bach, Strauss, Vivaldi e Albinoni eseguiti con la fisarmonica. Per la prima volta in un concerto dal vivo, uno degli strumenti più rappresentativi della cultura popolare diventa l’assoluto protagonista di un programma di musica “colta”.

Fisarmonica, una proposta vincente, un nuovo progetto ideato e definito da Giulia Pasquazi Berliri e patrocinato…

View On WordPress


GIORGIO ALBERTAZZI NEl “IL MERCANTE DI VENEZIA DI WILLIAM SHAKESPEARE”

GIORGIO ALBERTAZZI NEl “IL MERCANTE DI VENEZIA DI WILLIAM SHAKESPEARE”

mercante_fbcover

LA STAGIONE TEATRALE prosegue dal 20 al 23 marzo (ore 20.45 e la domenica ore 16.30) al Teatro delle Muse con Giorgio Albertazzi ne IL MERCANTE DI VENEZIA di William Shakespeare con la regia di Giancarlo Marinelli, le scene di Paolo Dore e i costumi di Daniele Gelsi, produzione Ghione.

In scena vedremo: nei panni di Shylock- Giorgio Albertazzi, Porzia- Stefania Masala, Antonio -Sergio Basile,…

View On WordPress


RITUAL MOTHER

KAMALKY LAUREANO GRARITUAL MOTHER è una mostra d’arte contemporanea che si offre come evento interdisciplinare di arte, musica, danza e ascolto per celebrare la figura femminile e la Madre Terra. Il titolo Ritual Mother (dal greco θεότητα τελετουργικό) simboleggia la celebrazione della Madre della Vita, la Terra, nelle sue innumerevoli forme e da ogni punto di vista: il pianeta su cui dimoriamo e da cui traiamo…

View On WordPress